Mielodisplasia, migliorano le prospettive di vita per i pazienti

Mielodisplasia, migliorano le prospettive di vita per i pazienti

Sono molto gli italiani che quotidianamente combattono con la mielodisplasia, ovvero una malattia del sangue causata da un danno alle cellule staminali del midollo osseo che provoca una carenza di globuli bianchi, rossi e piastrine. La buona notizia di oggi per le persone affette da questa sindrome è che potranno migliorare presto le loro prospettive di vita.

Mielodisplasia, in arrivo nuovi Lea

L’approccio alla mielodisplasia per chi ne è affetto non è mai stata una cosa semplice. La malattia in questione, pur essendo un anomalia al sistema delle cellule staminali del midollo osseo, non era stata riconosciuta come rara. Dopo anni di lotte finalmente i malati di mielodisplasia sono entrati negli elenchi riferimento la Lea, ovvero i Livelli esistenziali di assistenza. Grazie alla nuova normativa la mielodisplasia è stata inserita nell’elenco malattie rare al quale è stato anche dato il loro codice di riconoscimento, “malattia rara neoplastica”. L’inserimento nella Lea assieme alla categoria di riconoscimento aiuterà gli affetti da mielodisplasia di usufruire di alcune agevolazioni fiscali e mediche non indifferenti. Non a caso questo nuovo e importante traguardo è stato definito un nuovo punto di partenza sia per il riconoscimento della malattia ma anche per il miglioramento delle prospettive di vita di coloro che sono affetti da questa malattia rara.

Mielodisplasia migliora lo stile di vita?

Il riconoscimento della mielodisplasia nell’elenco malattia rara neoplastica della Lea, Livelli esistenziali di assistenza, rappresenta un traguardo capace di migliorare lo stile di vita di chi ne è affetto. Infatti grazie alla nuova normativa di inserimento nella Lea permette ai malati di mielodisplasia di affrontare meglio la malattia e l’approccio a questa grazie a una serie di agevolazioni. Grazie alla Lea infatti sarà possibile usufruire di un ticket sanitario per mettere in atto tutti i controlli del caso, oltre che l’acquisto di farmaci specifici che magari comportano un’ingente costo economico.

About Francesca Guglielmino 4 Articles
Giornalista Freelance * Siciliana * appassionata di giornalismo scientifico

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*