Diete rapide ed efficaci

By | 31/07/2016

Come accade ogni anno ecco che si ripresenta il chiodo fisso dell’eliminazione dei chili di troppo. Chi, purtoppo, non può godere di un metabolismo attivo, quindi, risulta essere un pò appesantito da questi mesi invernali appena passati, caratterizzati, eventualmente, da poco movimento fisico e da qualche peccato di gola di troppo.

Per poter eliminare questi chili in eccesso, prima di tutto, è necessario agire sulle proprie abitudini, alimentari in primis, e riguardanti l’attività fisica in secundis.

La dita dimagrante e le cattive abitudini.

In questo articolo l’attenzione viene focalizzata sulle abitudini a tavola, e, soprattutto, su come migliorarle per poter riuscire ad accelerare il proprio metabolismo e a perdere questi fastidiosissimi chili in più che, oltre ad essere un problema estetico, possono causare anche problemi di salute.

Occorre, quindi, seguire un regime dietetico corretto che aiuti, prima ancora che a perdere peso, a mantenere una salute di ferro. Gli elementi che, quindi , non devono mai mancare sulle nostre tavole sono, senza ombra di dubbio, frutta e verdura.

La prima categoria, infatti, apporta all’organismo zuccheri e fibre che consentono di dare al corpo le energie necessarie per affrontare al meglio le sfide di ogni giorno. Le verdure, inoltre, consentono di regolarizzare il proprio intestino, e di generare, all’assunzione, un senso di sazietà che aiuta ad alzarsi da tavola soddisfatti ma non appesantiti.

Importantissime, inoltre, sono anche le proteine, presenti all’interno di alimenti quali carni, formaggi, pesce, legumi e uova. Le proteine hanno la fondamentale funzione di fornire energia, come gli zuccheri, a cui si aggiunge quella di formare ormoni, enzimi e altre particelle indispensabili per il nostro organismo. Molto importante risulta essere, in particolare, l’inserimento di pesce nelle proprie abitudini alimentari, in quanto questo alimento, oltre ad essere poco calorico, è anche ricco di omega3 e di fosforo e questo apporta ulteriori benefici per il benessere di tutto l’organismo. Le proteine, però, devono essere assunte nelle dosi giuste, e, quindi, non in maniera eccessiva, in quanto potrebbero causare un accumulo di grassi e di scorie che possono danneggiare fegato e reni, nè, però, in maniera insufficiente, generando, in questo caso, una perdita di massa muscolare, invece che di massa grassa. In linea di massima le proteine che un individuo adulto dovrebbe introdurre all’interno del proprio regime alimentare dovrebbero corrispondere al 15% del totale delle calorie introdotte.

La dieta più efficace è una dieta corretta

Al contrario di quanto troppo spesso si pensa, anche i carboidrati sono indispensabili all’interno di una dieta corretta. Questi, infatti, presenti in alimenti quali pane, pasta e patate, sono ciò di cui il nostro organismo ha bisogno per poter ricavare energia immediata. Pur all’interno di una dieta dimagrante questa tipologia di alimento non deve affatto mancare, come erroneamente molti credono, anche se deve essere ridotta in quantità di circa 30-40 grammi a pasto. Senza l’energia fornita dai carbiodrati, infatti, il nostro organismo interpreterebbe tale situazione come una “carestia” e, per ovviare a tale problema, inizia ad immagazzinare tutto ciò che si assume con l’alimentazione, eliminando dal corpo solo il minimo indispensabile, con conseguente aumento di peso. E’ intuitivo, quindi, come questo approccio alla dieta sia controproducente in quanto, se anche, in tempi brevi, sembra dare risultati di dimagrimento reali, a lungo andare può causare più danni che benefici.

Un’importante regola da seguire all’interno di un regime dietetico dimagrante è quella di bere molta acqua durante il giorno. La quantità consigliata è di almeno due litri al giorno, e ciò consente la naturale eliminazione dei liquidi in eccesso e delle tossine presenti nel nostro organismo, con il conseguente beneficio di depurarlo.
E’ bene, inoltre, precisare che non esiste una dieta dimagrante standard, che possa, quindi, andare bene per tutti. Ogni persona, infatti, ha caratteristiche fisiche e di salute proprie, ha abitudini diverse e, conseguentemente, ha uno stile di vita differente. Per questo motivo una dieta dimagrante deve essere studiata appositamente per ogni individuo, in modo da tener conto di tutte queste peculiarità.

La dieta miracolosa non esiste.

Bisogna, di conseguenza, diffidare da tutte le diete miracolose che si possono trovare sui giornali o, peggio ancora, da diete derivanti da passaparola di amici e conoscenti. Non c’è nulla di più sbagliato, infatti, di fornire al proprio organismo ciò che è stato pensato per un’altra tipologia di fisico.

Una dieta dimagrante corretta, quidni, deve essere determinata da uno specialista, il quale, dopo un accurato e attento controllo dello stato fisico e di salute del paziente, abbinato ad un’analisi delle proprie abitudini alimentari e di vita, può determinare un corretto regime da seguire quotidianamente. Ciò è importante in quanto affidarsi ad uno specialista consente di tenere sotto controllo i propri miglioramenti e i propri passi in avanti, ed, eventualmente, è possibile apportare, sulla base di determinati cambiamenti incorsi sulla vita o sul fisico del paziente, dei cambiamenti alla dieta proposta. Se, tuttavia, non si ha la necessità di recarsi da uno specialista, in quanto i chili da perdere sono pochi e sono solo quelli necessari per sentirsi in forma e pronti per la prova costume, il consiglio da seguire è piuttosto semplice: bisogna, infatti, mangiare di tutto un pò, in modo tale da avere una dieta quanto più varia ed equilibrata possibile. A questo consiglio si aggiunge quello di bere almeno due litri di acqua al giorno, e di accompagnare ogni pasto con abbondanti dosi di verdura e frutta.

Un consiglio di tipo tecnico è quello di masticare ogni boccone in maniera lenta e regolare, in modo tale che i cibi vengano assaporati meglio e, di conseguenza, si riesca a percepire il senso di sazietà molto prima.
Per concludere è bene sottolineare che, per la perdita di peso, non basta solo una dieta dimagrante, ma occorre associare a quest’ultima anche una regolare attività fisica, per fare in modo che il peso perso con la dieta non comprometta la tonicità dei tessuti del corpo. Come sempre i nostri sono articoli informativi e si consiglia di consultare il medico specialista prima di intraprendere azioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *